La Pianificazione Finanziaria che funziona

Molte persone vorrebbero iniziare ad investire ma non hanno un capitale cospicuo su cui fare affidamento, oppure vorrebbero incrementare il loro patrimonio per ottenere maggiore rendita. Come accade sempre, è possibile ottenere ottimi risultati se viene seguito il giusto metodo.

Lo sbaglio più frequente che l’investitore (o aspirante tale) commette è quello di non dedicare il giusto tempo allo svolgimento del compito più importante: la pianificazione finanziaria.

Con questo termine si fa riferimento al processo di analisi dei propri bisogni in rapporto sia alle entrate che alle spese sostenute ogni mese. Questo è il passaggio obbligato per strutturare un percorso concreto che consenta di realizzare i propri obiettivi futuri (integrazione dello stipendio, pianificazione pensionistica, acquisto della casa, esplorare il mondo o, magari, trasferirsi ai Caraibi).

In questo post andremo a vedere come ottenere una buona pianificazione finanziaria passando prima dal monitoraggio del bilancio familiare, poi dall’individuazione della quota di risparmio mensile, per terminare con la definizione dell’obiettivo di risparmio.

Monitoraggio del Bilancio Familiare

Il primo passo, il monitoraggio del bilancio familiare, è la comprensione (l’analisi puntuale) delle entrate stabili, delle spese ricorrenti e delle tasse da pagare.

L’individuazione delle risorse disponibili è relativamente semplice: sono da considerarsi entrate tutti gli introiti derivanti da attività lavorativa comprensive di gratificazioni ricorrenti (tredicesima, quattordicesima, premi) nonché le eventuali rendite da affitti, finanziarie ecc.

L’identificazione delle spese, invece,  è un passaggio più complesso, perché i canali di acquisto ed i mezzi di pagamento sono molteplici (contanti, bancomat, carta di credito) e spesso automatici (utenze domestiche, finanziamenti, premi assicurativi).

Anche le spese contenute ma ricorrenti tendono ad essere trascurate in quanto percepite come poco onerose in termini giornalieri ma, invece, estremamente importanti in termini annui (la colazione al bar, il biglietto del tram, il pacchetto di sigarette…).

Ecco, quindi, che diventa molto utile la compilazione attenta e costante di un elenco delle uscite, soprattutto per i primi mesi di monitoraggio.

L’ausilio di semplici strumenti informatici (come le molte APP di controllo del budget familiare che potete trovare anche gratuitamente: Budjet e Mywallet per esempio) potranno esservi molto di aiuto. Non solo per il controllo delle spese, ma soprattutto per verificare in quali aree vengono destinati maggiormente i fondi ed, eventualmente, per mettere in atto delle manovre di spending review.

Quota di Risparmio Mensile e Obiettivo di Risparmio

Questo processo consente di individuare la Quota Di Risparmio Mensile Disponibile, ossia quanto rimane delle entrate mensili, una volta sostenute tutte le spese.

Avremo così modo di valutare quanto, realisticamente, rimane nelle nostre tasche e decidere  un obiettivo di risparmio mensile concreto e raggiungibile che dovrà essere perseguito ogni mese adottando, se necessario, comportamenti di consumo più cauti e rivedendo periodicamente il proprio obiettivo.

risparmiare è il primo passo per accumulare ricchezza da destinare al soddisfacimento delle proprie aspirazioni

Investire, poi, diventa il modo migliore per far crescere nel tempo il valore del risparmio da utilizzare in futuro ed appagare il nostro ego.

Conclusioni

La società  moderna lancia continue sollecitazioni che ci inducono ad un consumo spregiudicato tanto da considerare l’indebitamento una prassi normale: imparare a distinguere i bisogni effettivi da quelli indotti è un processo indispensabile per accumulare ricchezza e non essere  allontanati dalle  nostre reali aspirazioni a lungo termine.

Leggi anche:

Risparmiare: 5 + 1 consigli per farlo senza sforzo;

Investire per il futuro dei figli: le migliori strategie;

Iniziare ad investire: la strategia di mia moglie;

I primi passi per diventare ricchi;

Il potere dell’interesse composto: non solo i ricchi investono.

Ricevi gratuitamente tutti i nuovi articoli via mail, insieme ad aggiornamenti esclusivi! 

Iscriviti

* indicates required

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *