SOLDI IN COPPIA

Probabilmente sai molte cose del tuo partner : preferenze alimentari, il suo colore preferito e persino la sue disavventure sentimentali passate.
Questo vi fa sentire intimi e parte di una coppia.

Una cosa di cui invece si stenta a parlare è la reciproca gestione delle finanze, o, in termini più spiccioli, il rapporto che ognuno ha con il denaro.
Parlare di gestione delle spese, di mutui e di stipendi può sembrare noioso e inopportuno.
In realtà un recente studio ha dimostrato che per molte coppie il denaro è una delle principali cause di conflitto.
Addirittura le donne dichiarano che  la mancanza di onestà sulla gestione del denaro sarebbe la causa principale di rottura delle relazioni.

Capire come il proprio partner si rapporta con i soldi  e stabilire insieme sane abitudini finanziarie pone le basi per una relazione solida e duratura.
Ecco perché ho pensato di scrivere questo articolo sulla finanza di coppia.
Nella prima parte  troverai gli argomenti fondamentali di cui parlare con il tuo partner.
Nella seconda ti fornirò  alcuni consigli pratici per creare  una solida intesa finanziaria.

L’importanza di capire se si è finanziariamente compatibili

L’affinità di coppia è facilmente percepibile: interessi in comune, comprensione, supporto e sensibilità sono doti che si riconoscono nel partner in modo totalmente naturale.

Ben più complesso è capire se si è finanziariamente compatibili anche se, come abbiamo visto prima, è un aspetto che pesa molto nella serenità di coppia nel lungo periodo .
E’ quindi importante conoscere alcune abitudini prima di iniziare a pensare seriamente ad un futuro insieme.
O, comunque, iniziare quanto prima a valutare questo aspetto per costruire la propria compatibilità finanziaria.

E’ ovvio che non stiamo parlando di analisi da condividere al primo appuntamento. Tuttavia sarà importante chiarire alcuni aspetti finanziari fondamentali per poter pianificare una relazione serena.

Parlare di soldi può essere scomodo ma è sicuramente molto gratificante: condividere le ansie e le vulnerabilità finanziarie contribuisce a creare un maggiore senso di fiducia e una maggiore intimità nelle relazioni.

Ecco qui un elenco di 5 argomenti che ti suggerisco di trattare con il tuo Lui o la tua Lei.

In che ambiente finanziario sei cresciuto?

Prima di affrontare argomenti più seri, impara a conoscere (con discrezione) con quali convinzioni finanziarie è cresciuto il tuo partner.
E’ nato in un ambiente ricco, povero? Ovviamente non si tratta di cercare il matrimonio di comodo, ma capire come sono state gestite le finanze nella sua famiglia ti dirà molto sul comportamento finanziario del tuo partner.
Ad esempio è stato aiutato dai genitori nel raggiungimento di obiettivi importanti (come gli studi universitari)? Oppure ha eseguito lavori stagionali per finanziare le proprie spese?

L’ambiente in cui cresciamo condiziona il nostro modo di pensare e i soldi non fanno eccezione: capire come entrambi vi approcciate al denaro vi aiuterà ad evitare discussioni e malintesi sul denaro.

Come gestisci le tue entrate?

Una situazione finanziaria solida aiuta a costruire una relazione sentimentale solida. E la sicurezza finanziaria passa, prima di tutto, dal risparmio (in questo post spiego come potenziare la propria capacità di risparmio) .

Il risparmio può essere realizzato soltanto sapendo gestire le spese:
quale percentuale del proprio reddito riesce a risparmiare? Ha contratto debiti? E, in caso affermativo, di che natura sono? Il livello di indebitamento può dire molte cose sul proprio partner. Ad esempio avere un mutuo di € 50.000 per l’acquisto dell’abitazione è profondamente diverso da dover pagare un finanziamento dello stesso importo per  un’auto nuova fiammante.
Se il tuo partner sta spendendo una larga parte delle proprie entrate sarà difficile riuscire a risparmiare insieme in modo redditizio. Affrontare quanto prima questa questione vi aiuterà ad apportare i dovuti correttivi.

Come verranno condivise le spese?

Prima di iniziare una convivenza è consigliabile parlare di come verranno suddivise le spese. Questo vale sia per il tempo libero che per gli impegni ricorrenti: cene fuori, week end al mare, utenze domestiche, affitto.
Tutti questi fattori giocano un ruolo fondamentale nella vita di coppia e, soprattutto, costano denaro.
Monitorare attentamente le spese e pianificare un piano di ripartizione  evita la nascita di rancori e di recriminazioni che sono una delle principali insidie alla convivenza serena.

Quali sono i nostri mezzi e le nostre priorità?

Dopo aver preso coscienza delle spese ricorrenti ed aver capito come suddividerle, è tempo di pensare al futuro.
Parlare dei propri obiettivi finanziari è importante non soltanto per le finanze familiari ma anche per rafforzare la relazione.
Dove andremo in vacanza il prossimo anno? Che stile di vita ti aspetti? Vorresti una casa al mare o un auto nuova? 
Individuare degli obiettivi comuni stabilendo un ordine di priorità aumenta l’intimità e aiuta a migliorare la situazione finanziaria.

L’importante è darsi degli obiettivi specifici misurabili e attuabili in un lasso di tempo realistico.
Ad esempio “risparmiamo 50.000 € per una casa al mare tra 10 anni  integrando il mancante con un mutuo” è un obiettivo specifico misurabile, attuabile e vincolato ad un lasso di tempo realistico.
Sarà opportuno scomporre l’obiettivo in tappe intermedie. Questo consentirà di  verificarne periodicamente l’effettivo raggiungimento  e, in caso contrario, di migliorare le abitudini di spesa.

Cosa sarà del mio futuro in caso di imprevisti?

Gli imprevisti accadono: nella vita (come negli investimenti) l’incertezza è l’unica certezza.

Spesso è soltanto uno dei due partner che si assume le responsabilità finanziarie e che gestisce il budget familiare acquisendo sempre maggior dimestichezza. L’altra parte “delega” così la responsabilità rinunciando a coltivare la propria capacità di gestione finanziaria.

La vita ci ha insegnato che le relazioni possono finire. Oppure il tuo partner potrebbe andarsene prematuramente.
Se la persona che non era responsabile della gestione del denaro resterà sola, sarà molto difficile per lei riacquistare le proprie capacità finanziarie. Sarà sempre più difficile riuscire a gestirsi una volta rimasti soli.
Nella maggior parte delle coppie sono gli uomini a gestire la parte finanziaria. Tuttavia nel 75% dei casi le donne sopravvivono agli uomini. Ecco perché, soprattutto per loro, è importante partecipare attivamente alla gestione finanziaria.

Affrontare la prospettiva della morte dell’altro può essere molto fastidioso, ma pianificare in anticipo è l’unico sistema per assicurarsi che al lutto non si aggiungano i problemi finanziari.

contatta David Volpe

Come costruire la giusta compatibilità finanziaria

Ecco un elenco di 5 abitudini che ti aiuteranno a raggiungere la giusta intesa finanziaria con il tuo partner.

Controlla le spese

Il primo passo per una corretta gestione finanziaria è un corretto monitoraggio delle spese.
Fai una lista delle spese ricorrenti mensili suddividendole tra quelle condivise e quelle individuali: utenze domestiche, affitto, mutuo, palestra, cene fuori.
Confronta queste spesse con i redditi individuali e condivisi.
Questa attività ti consentirà di individuare il corretto tasso di risparmio mensile e ,quindi, una corretta pianificazione degli obiettivi.
In questo articolo parlo dei metodi più efficaci per risparmiare senza troppo sforzo.

Apri un conto cointestato

Il modo più efficace e semplice per suddividere correttamente le spese mensili è aprire un conto cointestato.

Il conto corrente sarà alimentato da 2 bonifici mensili (uno per partner) complessivamente superiori del 10% rispetto al budget di spesa individuato al punto 1.
Il conto sarà utilizzato per pagare le utenze domestiche, gli affitti, il condominio le cene fuori.
Questo vi tirerà fuori dallo spiacevole inconveniente di dover stabilire chi paga cosa. E dall’orrendo malinteso del pensiero “pago sempre tutto io”.

Esistono ancora conti correnti on line a zero spese attivabili comodamente da casa al tempo di un click (leggi l’articolo dedicato).

Se le entrate della coppia sono molto sbilanciate non è detto che il versamento in questo conto debba essere al 50%. E’ anche possibile ipotizzare che il partner che guadagna di più possa contribuire in modo più incisivo alle spese comuni. Non esiste una regola, ma solo un accordo fondato su chiarezza e fiducia reciproca.

Condividi i dati importanti

E’ di fondamentale importanza condividere l’accesso al sistema di gestione finanziaria personale e familiare:
se ci sono più conti bancari, quale di questi viene utilizzato per pagare le utenze domestiche e qual è lo scopo di ciascun conto? Quali sono le spese periodiche come premi assicurativi, condominio e come vengono coperte?

E’ inoltre necessario condividere il luogo di conservazione dei dati importanti.
Ad esempio dove vengono conservati documenti assicurativi come polizze vita o polizze sanitarie?
Ma, soprattutto, è importante tenere un archivio condiviso con i codici di accesso e le password per i  vari conti bancari e a tutte le applicazioni di finanza personale. 
Questo è l’unico modo per evitare di aggravare le conseguenze di eventuali spiacevoli imprevisti.

Questo non vuol dire che ognuno non possa avere l’esclusività di accesso al proprio conto personale.
Anche in questo caso sta alla coppia decidere che livello di condivisione attuare. E infatti andiamo al prossimo paragrafo.

Mantieni la tua identità finanziaria

Affrontare e condividere la gestione finanziaria della coppia è un passo importante per costruire una relazione di successo.
Questo non significa che si debba rinunciare alla propria autonomia e identità finanziaria: prima di gestire correttamente il patrimonio comune, è importante gestire (e aumentare) quello personale.

Ecco perché è buona norma mantenere un conto personale e un proprio piano investimenti distinto da quello comune.
Sarà estremamente produttivo condividere gli obiettivi di risparmio e d’investimento periodicamente raggiunti sia a livello personale che a livello comune.
Questa attività stimola la coppia a mantenere una corretta gestione finanziaria in ottica di collaborazione reciproca.
Ma soprattutto è assicurato il rafforzamento dell’intimità di coppia.

Pensa anche al peggio

Ti sei mai domandato cosa dovrebbe affrontare il tuo partner nel caso in cui ti dovesse succedere qualcosa e quale situazione finanziaria avrebbe dopo la tua scomparsa? 
Ci sono coperture assicurative che garantiscono al proprio partner il pagamento di un cospicuo capitale in caso di premorienza (ne parlo in questo articolo).
Per quanto spiacevole, credo che questo sia uno degli accorgimenti finanziari più belli che si possa avere nei confronti della nostra metà migliore. Certo non servirà a colmare il dolore, ma sarà comunque un aiuto importante: questo consentirà di non aggravare il lutto con problemi finanziari.

E poi, stipulare queste coperture assicurative porta sempre una gran fortuna: per la legge di Murphy crolla la probabilità di scomparire prematuramente ed aumenta quella di aver pagato il costo assicurativo senza beneficio 😉. 

Conclusioni

Quando qualcuno dice che non si tratta di soldi, si tratta di soldi.

Henry Louis Mencken

I soldi non fanno la felicità tanto nella vita individuale quanto in quella di coppia. Tuttavia è bene evitare che non diventino motivo di litigi e rancori che possano compromettere la relazione.

Gestire insieme le finanze crea fiducia ed aumenta l’intimità. Entrambi i partner devono capire come le loro abitudini finanziarie influiscono, positivamente o negativamente, sulla vita che stanno costruendo e  sugli obiettivi (finanziari e non) che stanno cercando di raggiungere. 
Impegnarsi a condividere la responsabilità della gestione finanziaria non vi farà diventare necessariamente più ricchi ma migliorerà la qualità della vostra vita: quando le coppie hanno una visione comune su come stabilire le priorità di spesa, riescono anche a concedersi qualche lusso e qualche extra in più.

Leggi anche:

Iniziare ad investire: la strategia di mia moglie;

Investire per il futuro dei figli: le migliori strategie.

Ricevi gratuitamente tutti i nuovi articoli via mail, insieme ad aggiornamenti esclusivi! 

Iscriviti

* indicates required
Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *