Millennials: 4 regole per diventare furbi e costruire la vostra libertà finanziaria

Cari Millennials,

non è che ultimamente vi sentite un po’ troppa responsabilità addosso? La società punta su di voi per vedere finalmente un cambio di rotta verso una nuova e fiorente economia mondiale.

Tutta questa crescente e morbosa attenzione verso le start up, la ricerca di talenti, le fughe di cervelli…

Io fossi in voi mi sentirei un po’ in ansia.

Anche perché, mi chiedo, cosa abbia fatto la società per formarvi e agevolarvi nel vostro sviluppo professionale e finanziario..

Magari vi ha insegnato come coltivare i vostri talenti? Oppure come creare imprese fiorenti e innovative? Ma soprattutto è riuscita ad insegnarvi la cultura finanziaria necessaria per costruire un futuro solido e meno incerto del presente??

Ho forti dubbi.

Anche perché la società stessa ormai non ha nessuna conoscenza in merito da tramandare, fatto salvo alcune menti illuminate.

Al momento è troppo impegnata a spendere più soldi di quelli che guadagna per colmare enormi vuoti di frustrazione e per dimostrare al mondo di valere, in costante escalation col vicino (cit.). E per permettersi questo stupidamente si indebita pensando sia cosa normale, visto che lo fanno tutti, e passa la vita incatenata ad un lavoro “sicuro” per pagare tutte le rate dei finanziamenti accesi.

E si logora dentro nella paura che l’azienda possa trasferire la sua sede all’estero e ridurre drasticamente il personale, perché poi come farà a pagare tutte le spese?

Una vita nell’ansia e nella paura aspettando il miraggio della pensione.

Ammesso che ci arrivino alla pensione.

Ho una brutta notizia… per voi la pensione non ci sarà (non credo neppure per me). Lo Stato assistenzialista che pensa alla nostra vecchiaia sta miseramente fallendo.

Non vi resta, miei cari ragazzi, che prendere in mano il vostro futuro. Responsabilizzarvi.
Non per diventare grandi, ma per diventare furbi.

Vi prego Millennials, uscite da questo circolo vizioso, lasciate stare l’esempio dei vostri genitori, che in buona fede vi stanno insegnando un modo distruttivo e pieno di paure per affrontare il futuro, che vi metterà le catene ai piedi e vi farà vivere sempre sul filo della povertà, alimentando la paura.

Questo post lo dedico a voi, perché vorrei che sapeste che esiste un altro modo per affrontare il futuro.

Fatto di scelte finanziariamente oculate che vi porteranno ad una vita più libera.

E che potete mettere in pista da subito, senza aspettare che sia troppo tardi, partendo con poco,  ma tenendo sempre l’attenzione vigile sulle possibilità di investimento, ce ne sono ancora molte, che la vita vi offre. E voi l’avete tutta davanti!

So che avete altro a cui pensare: trovare un lavoro per esempio.

La difficoltà di trovare un impiego stabile e la precarizzazione del mondo del lavoro rendono difficile pensare al futuro. Basta e avanza il presente per voi che non avete avuto la fortuna dei vostri nonni vissuti negli anni del boom economico.
Tuttavia avete già un modo per iniziare a favi  furbi.

Ecco 4 regole pratiche:

Regola nr. 1: Controllate le vostre spese ovvero contestate i modelli che la società vi propone

La capacità che dovete al più presto acquisire non è quella di guadagnare ma quella di spendere.

Vi hanno spiegato che è importante   trovarsi un buon lavoro da dipendente, comprarsi una casa grazie ad un mutuo, sposarsi, fare figli, comprarsi una casa più grande con un nuovo mutuo e, come accessori collaterali indispensabili, comprarsi, grazie a finanziamenti rateali, la televisione, la macchina (più accessoriata possibile) e lo smartphone.

Game over!

E’ questo il modo perfetto per entrare  in un circolo vizioso da cui sarà sempre più difficile uscire: costretti a lavorare per ripagare la quantità di debiti accumulati.

La società capitalistica moderna vi cataloga come  consumatori da cui prelevare denaro per far arricchire i proprietari delle aziende produttrici di beni e servizi.

Le spese necessarie aumenteranno sempre fino ad eguagliare le vostre entrate se non farete qualcosa per evitarlo: i desideri (spesso indotti!) sono una moltitudine ma sono pochi quelli effettivamente realizzabili. Non seguite la massa conformista che non si pone quesiti.

Iniziate con il monitorare  attentamente le vostre spese. La percezione concreta dei soldi prelevati dalle vostre tasche vi aiuterà a difendervi dai desideri più superficiali.

Aiutatevi con l’ausilio di applicazioni specializzate  estremamente fruibili e, soprattutto, gratuite (per esempio budjet di moneyfarm oppure wallet).

Regola nr. 2: Pagate voi stessi prima degli altri


Il modo più veloce per raddoppiare il tuo denaro è piegare una banconota in 2 e rimettersela in tasca

Will Rogers

Molti lavorano per tutti tranne che per se stessi: per il datore di lavoro, per lo stato, per la banca, per la finanziaria…per il fidanzato/la fidanzata.

Imparate prima di tutto a pagare voi stessi.
Non permettete che il vostro denaro vada consumato tutto in spese superficiali. Iniziate subito accantonandone una minima parte, tutti i mesi accumulando almeno 1/10 delle vostre entrate.
Iniziate con la parte di ricchezza che avete già costituito.

Regola nr. 3: Valorizzate i vostri risparmi

In realtà non è importante quanti soldi si fa ma quanti se ne riesce a mantenere.

E’ indispensabile che provvediate a conservare i vostri risparmi e fare in modo che questi si moltiplichino. Il benessere non è nel risparmio, ma nelle rendite che questo genera: i soldi risparmiati andranno investiti per produrre altro denaro.

Come?

Le attività che generano rendite sono molteplici, purtroppo non tutte accessibili alla generazione Y.

Azioni, obbligazioni, fondi comuni, immobili… A quali potreste dedicarvi?

Non commettete l’errore di considerare l’investimento un privilegio dei ricchi: tutti possono investire.
Ed è il piccolo capitale che, investito con metodo e continuità, sarà in grado di produrre delle rendite.

Esistono dei sistemi di risparmio forzoso che vi consentiranno di investire automaticamente piccole somme  (si parte da € 50 al mese) con continuità e senza nessun vincolo. Non sono i piani assicurativi: sto parlando dei “piani di accumulo del capitale”.  La strategia prevede di investire il capitale poco per volta, ma costantemente.

Siete giovani ed avete il tempo che è un vostro alleato: pianificando un investimento mensile contenuto nel tempo potrete contare su un capitale che vi darà una base di partenza per l’avvio di un attività, un’avventura all’estero, un nuovo percorso di studi specialistici.

Avendo ancora una vita davanti, avrete la possibilità di fare investimenti a lungo termine. E’ qui che potrete cogliere le migliori opportunità. Ma non dovete perdere tempo: cominciate subito perché ci vuole tempo affinché il vostro capitale maturi.

Regola nr. 4: Apprendete e controllate: leggete per imparare

Non accontentatevi di informazioni sommarie e di seguire i consigli della massa. Imparate a capire autonomamente quali sono le opportunità che potete cogliere e, soprattutto, come gestire i rischi e, di conseguenza, le vostre paure.

Investite soltanto in quello che comprendete e abbiate sempre l’accortezza di domandarvi o di domandare le motivazioni sottostanti a qualsiasi scelta o consiglio.

Come inziare?

Se siete riusciti a leggere fino a questo punto…dovete assolutamente proseguire: scoprirete come fare.

Risparmiare: 5 + 1 modi facili ed efficaci per farlo senza sforzo;

I tre motivi per cui è dannoso lasciare i soldi sul conto corrente;

I primi passi per diventare ricchi;

La strategia di investimento per chi ha paura di investire;

Il piano di accumulo, uno strumento flessibile alla portata di tutti;

Le basi dell’intelligenza finanziaria: 10 regole per liberarsi dalle catene del lavoro.


Ricevi gratuitamente tutti i nuovi articoli via mail, insieme ad aggiornamenti esclusivi!

Iscriviti

* indicates required



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *